Blog

casa-passiva

La Casa Passiva

Una casa passiva o edificio passivo è un edificio che copre la maggior parte del suo fabbisogno utilizzando dispositivi passivi.

La casa passiva è un’invenzione tutta europea e rappresenta il modello di abitazione che consente il maggior risparmio energetico.

Dal punto di vista tecnico, la casa passiva deve la sua efficienza alla combinazione di una serie di elementi essenziali: isolamento termico, calore interno, finestre termiche, forma ed esposizione e ventilazione.

Le prime case passive si sono diffuse nei paesi dell’Europa settentrionale e centrale, Germania, Svezia, Austria, Olanda, Svizzera, Francia.
In Italia, da qualche anno si è iniziato a costruire, ma questa tipologie di progetto richiede un preciso adeguamento alle situazioni climatiche del territorio pertanto ogni struttura deve essere progettata in modo adeguato e rispettando le condizioni climatiche della zona.

Tenendo in considerazione i punti essenziali che sono la base del progetto e che determinano il rendimento è possibile lavorare con soluzioni e dettagli aggiuntivi, sia estetici che funzionali, sfruttando la geotermia, il calore naturale del terreno, utilizzando tubature interrate, l’esposizione solare, moderne tecnologie fotovoltaiche, l’ombreggiatura, la piantumazione di specie vegetali adeguate, tipologie di materiali come legno, mattoni, cemento.

 

casa passiva

 

La casa passiva è un’abitazione non convenzionale capace di garantire un clima abitativo piacevolmente fresco d’estate e caldo d’inverno.

Pensiamo a quelle costruite in legno, che meraviglia!
Ancora più passive ed eco, oltre che ignifughe, certo, non rispondono a questi prerequisiti le casette prefabbricate da poche migliaia di euro, ma comunque hanno prezzi più abbordabili rispetto alle costruzioni tradizionali.

La casa passiva presa in esempio ad Oriago detiene ad oggi un suo record che è quello di essere la prima casa passiva del Veneziano. Di nuova costruzione un edificio che si trova vicino al centro del paese.

Una casa che è autonoma ovvero un’abitazione che non ha bisogno (o quasi) di forniture di energia tradizionali, non ha una caldaia, non sono presenti i termosifoni, non c’è il condizionatore.
La casa passiva si scalda d’inverno con il sole e il calore emesso dagli elettrodomestici e dagli abitanti che sono all’interno. In estate per raffrescare si utilizza sempre il sole e l’isolamento termico di cui è costituita.

Con la casa passiva si risparmia!

La casa passiva non è più un’esclusiva dei paesi del nord come Germania o Austria, che gestiscono questa tecnologia di costruzione da circa trent’anni, finalmente anche in Italia si sta sempre più affermando questo tipo di costruzione perchè, sostengono vari architetti e progettisti, costruire una casa passiva ha un costo superiore alla media, ma alla fine il tempo ripaga perchè la casa passiva ha una spesa di gestione passiva pari ad un quinto in meno rispetto ad una casa tradizionale.

Fonte : genteveneta.it

 

È a Oriago la prima casa passiva nel Veneziano: non servono gas né caldaia e costa 60 centesimi al giorno


Smart Cities Italy è a disposizione per supporto, chiarimenti e informazioni per un contatto clicca QUI.

Associazione Smart Cities Italy
Sviluppo e riqualificazione del territorio

&nbsp

,
Articolo precedente
Sostenibilità: di cosa si tratta?
Articolo successivo
Un rifugio museo sulla Grignetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu